COME L’UTILIZZO DEI SISTEMI CAD 3D PUO’ AIUTARE LA RIPRESA DEL SETTORE

A causa del lockdown e del distanziamento sociale imposto come conseguenza dell’emergenza COVID-19, molti brand del settore calzaturiero stanno prendendo seriamente in considerazione la virtualizzazione dei loro campionari

La digitalizzazione delle collezioni, totale o parziale, permetterebbe infatti di ridurre sensibilmente lo spostamento di  persone e prodotti per la presentazione dei campionari. Parimenti si ridurrebbe drasticamente la produzione di campioni e varianti, che ad oggi sono realizzati solo ai fini di presentazione.

L’impatto sui costi di sviluppo e il guadagno in flessibilità sono così evidenti che in molti iniziano a ritenere tali tecnologie un must-have irrinunciabile all’interno delle proprie aziende. Tanto più che il risparmio rappresentato dalla riduzione dei campioni prodotti, permette un ritorno dell’investimento in tempi rapidissimi.

Shoemaster con la sua suite Shoemaster® DESIGN, pensata appositamente per il virtual prototyping, consente di realizzare immagini di incredibile realismo, a partire dai semplici bozzetti realizzati dagli stilisti.

Compatible con tutte le più moderne tecnologie per il Desing digitale, dalle tavolette grafiche interattive, ai sistemi per la scansione dei materiali, Shoemaster® DESIGN permette di sviluppare in tempi  rapidi intere collezioni, con decine di variati, senza la necessità di dover realizzare alcun campione fisico.

Inoltre, grazie alle funzionalità di appiattimento automatico e sviluppo pezzi di Shoemaster® ENGINEER, i progetti 3D possono poi essere industrializzati più velocemente, rispetto ai tradizionali metodi di sviluppo modelli in bidimensione, garantendo tempi ridotti di avvio della produzione.